Italiano | English  
 
 
  • image 1
  • image 2
  • image 3
  • image 4
  • image 5
  • image 6
  • image 7
  • image 8
  • image 9
  • image 10
Home
 
Ravello        |        Costiera Amalfitana        |        Come Raggiungerci
 
 
 
       
 
Ravello

Ravello fu fondata nel V secolo come luogo di rifugio dalle scorrerie dei barbari che segnarono la fine dell'Impero Romano d'Occidente. Fino all'XI secolo seguì le sorti del Ducato di Amalfi, raggiungendo il massimo splendore grazie all'arte della lana e al commercio verso il mediterraneo e Bisanzio.
Divenne sede vescovile nel 1086, conobbe il declino economico e politico in epoca normanna. Dal XIX secolo, riscoperta da intellettuali e artisti, riacquistò la sua importanza come luogo di turismo culturalmente elitario.

Da visitare:
Il Duomo (XI secolo) famoso per le celebri porte in bronzo datate al 1179 ad opera di Barisano da Trani, per il pulpito, opera del 1272 di Nicola di Bartolomeo da Foggia, e per l'ambone dell'Epistola;

Villa Rufolo, complesso di costruzioni in stile arabo-siculo di straordinaria bellezza architettonica, fu costruita tra il XIII e il XIV secolo dai Rufolo, una delle famiglie piu' ricche e influenti di Ravello.
Tra gli ambienti di maggior interesse si segnalano la torre maggiore, alta ben 30 metri, con arco d'accesso ogivale, ornata al secondo livello da due bifore per lato, il chiostro moresco, gioiello architettonico di grande fascino, racchiuso da un porticato ad archi acuti, su cui poggia un doppio ordine di logge, con decorazioni arabeggianti e i giardini, che ispirarono a Wagner il quadro scenico del giardino di Klingsor, secondo atto del Parsifal. Il panorama fa da sfondo, ogni estate, al Ravello Festival

Villa Cimbrone da fondo rustico appartenuto all'antica e nobile famiglia dei Fusco, divenne, agli inizi del Novecento, una splendida villa, commissionata dall'inglese Lord Ernest William Bekett.
Sorsero così una torre merlata a quattro piani, simile a quella di Villa Rufolo, decorata con bifore e finestrelle arcuate; un'altra rilucente di piastrine di terracotta, smaltate in verde, rosso e azzurro; un palazzo, oggi adibito ad albergo, arredato con caminetti, statue, bassorilievi, arazzi e dipinti; un chiostro fantasioso, artistica imitazione di quello della chiesa di S. Francesco; una singolare Tea Room con bianche colonne e pilastri maiolicati; una cripta adattata a sala-terrazza; e ancora un tempietto per il Dio Bacco in cui sono custodite le ceneri di Lord Grimpthorne; la statua bronzea del messaggero degli dei, Mercurio, la grotta di Eva, il tempio di Cerere, ma soprattutto famosa per la Terrazza dell'Infinito, e da cui si gode un panorama mozzafiato sulla costiera amalfitana e che Gore Vidal ha definito come "il più bello del mondo".

 
  Organizza il tuo Evento
Grazie alla formula Uso esclusivo, Villa SanCosma con la sua atmosfera unica, sarà la scenografia ideale per eventi speciali.


  Villa SanCosma  Villa SanCosma  Villa SanCosma
   
 

   
 
     
     
la villa | appartamenti | soggiorni | location | prodotti | photogallery | contatti
 
2009 - villasancosma.com - Via San Cosma, 11 -84010 Ravello (Sa) - Italia
tel. +39 089 857616 - fax +39 089 8424301 - e-mail:
p.Iva 04263640650 - note legali
 
POR CAMPANIA 2000-2006 - Misura 4.5
Sito web realizzato con il cofinanziamento dei fondi FESR
Decreto di Concessione n. 87 del 21-06-2006
Regione Campania          Unione Europea
lda lda lda